F.A.Q.

Dove si mette il profumo?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Di norma si consiglia di metterlo sul collo e sui polsi perché sono zone abbastanza calde ed il calore favorisce la diffusione della fragranza, ma naturalmente ogni persona è libera di utilizzare il profumo dove preferisce. Se non si desidera metterlo direttamente sulla pelle, si può vaporizzare la fodera degli abiti o il fazzoletto che si tiene in tasca oppure spruzzare il profumo nell’aria e poi camminare nella nube che si è formata, in modo che minuscole goccioline di profumo ricadano sul corpo e sui capelli. Insomma la regola è che non ci sono regole.


Quanto può durare un profumo?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Un profumo di buona qualità, se conservato correttamente, può durare anche due o tre anni senza sciuparsi. Per conservarlo correttamente occorre tenere sempre la bottiglia ben chiusa, a temperatura ambiente e lontana dai raggi del sole. Infatti la luce, l’eccessivo calore e l’ossidazione sono i peggiori nemici del profumo.


Perché i profumi cambiano sulla pelle e anche da pelle a pelle?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Perché ognuno di noi ha un proprio odore personale che interagisce con la fragranza e può farla percepire in modo diverso da persona a persona. E’ un fenomeno normale che ha anche un risvolto positivo: se due persone usano lo stesso profumo, l’effetto su di loro non sarà mai veramente identico.


Perché dopo un po’ che porto lo stesso profumo non lo sento più?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Perché il nostro olfatto tende ad abituarsi agli odori che sente di continuo e dopo un po’ è come se non li percepisse più. Il fatto che noi non sentiamo il nostro profumo però non vuol dire che anche gli altri non lo sentano, anzi. Bisogna fare molta attenzione a non mettere mai troppo profumo perché le persone intorno a noi non ci sono abituate e potrebbero percepirlo come eccessivo.


Posso mescolare fra loro due profumi, cioè usarli contemporaneamente?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Si, ma non in tutti i casi. Ogni profumo ha una sua armonia che si sviluppa nell’equilibrio fra le note di testa, di cuore e di fondo; a meno di non essere profumieri esperti, può essere difficile fare abbinamenti fra profumi diversi che risultino comunque gradevoli. Al tempo stesso può essere divertente sperimentare abbinamenti originali, ad esempio fra fragranze molto diverse fra loro come Teint de Neige e Patchouli oppure Alamut e Musk. In generale forse è più prudente abbinare una crema o una lozione per il corpo di una certa fragranza all’ Eau de Toilette di un’altra. Ad esempio la caratteristica nota cipriata della crema per il corpo  Teint de Neige si abbina gradevolmente con molte altre fragranze.


I profumi Lorenzo Villoresi sono tutti naturali?

25/09/2013

fiogf49gjkf0d

Le fragranze di Lorenzo Villoresi contengono una grande quantità di ingredienti naturali preziosi, ma contengono anche pregiati ingredienti di origine sintetica che vengono usati sia per ottenere particolari effetti sia perché l’uso di alcuni ingredienti naturali è proibito o limitato dalle leggi in vigore (per es.l´essenza di Verbena o di Bergamotto), sia infine perché di alcuni fiori o piante, che pure hanno un profumo buonissimo, non si è ancora riusciti a ricavare l’essenza naturale (es. il Mughetto). Tuttavia, laddove è possibile, si predilige sempre l’ingrediente naturale.


Archivio